Min.Difesa: creare un corpo militare volontario per affrontare le crisi

Oltre alle sue Forze armate professionali, la Slovacchia potrebbe creare un nuovo servizio militare volontario. Il Ministero della Difesa prevede l’introdurre di un progetto al riguardo nel corso della prossima primavera, per coinvolgere «le persone che sono disponibili nel caso di situazioni di crisi», ha spiegato il Ministro della Difesa Martin Glvac martedì dopo averne parlato con il Primo Ministro Robert Fico nel corso dell’ispezione di quest’ultimo presso il ministero a sei mesi dall’insediamento del nuovo management.

Per creare il nuovo corpo, il dipartimento della difesa dovrà conoscere tutto dei suoi volontari, dalla loro professione alle loro condizione di salute, così da non trovarsi in una situazione in cui alla chiamata delle riserve «non arrivino 100 Švejk su sedia a rotelle o con le stampelle», sono le parole del ministro che ha ricordato così il personaggio letterario del “buon soldato Švejk”, opera tradizionale della letteratura ceca moderna (tradotta in 12° lingue, dice Wikipedia), dove l’autore Jaroslav Hašek rappresentava un protagonista antimilitarista e ribelle nell’epoca tra le due guerre mondiali, satira a tratti feroce della società a lui contemporanea. La saga Švejk ha prodotto anche alcuni film che sono tutt’ora tra i preferiti in bianco e nero del pubblico ceco e slovacco.

A sostenere l’idea di un servizio militare volontario è anche il partito cristiano-democratico KDH, oggi all’opposizione, che aveva presentato un progetto di legge al Parlamento nel 2009. «Riteniamo giusta e opportuna l’intenzione di utilizzare l’esperienza di persone del settore civile in situazioni di crisi», ha detto il capogruppo del partito, Pavol Abrhan.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google