Radicova fuori dai giochi non vuole appoggiare Kiska a futuro Presidente

Iveta Radicova, già candidata uscita sconfitta alle presidenziali del 2009, e il cui mandato da Premier è stato interrotto ad appena 15 mesi di vita nel 2011 per un voto di fiducia al suo governo andato a finire male, ha detto giovedì scorso a Tasr che, ad oltre un anno di anticipo rispetto alle elezioni presidenziali del 2014, non si sente di raccomandare alcun potenziale candidato. Si è comunque detta lieta di incontrare Andrej Kiska, unico finora ad annunciare ufficialmente la sua candidatura alla campagna elettorale. Kiska, finanziere filantropo, aveva detto al quotidiano Sme che avrebbe molto gradito il sostegno della Radicova.

«Da quel che conosco del signor Kiska, mi piace il fatto che abbia deciso di partecipare alla corsa presidenziale con largo anticipo, dando così a molte persone la possibilità di arrivare a conoscerlo». Al tempo stesso, ha detto l’ex Premier, «spero che vorrà comprendere ed accettare il fatto che non consiglierò agli elettori di votare un candidato più di un anno prima delle elezioni», a prescindere dal fatto che lo conosca o meno. Considerando che per Kiska si tratta della prima esperienza di campagna politica, la Radicova ha aggiunto che potrà condividere con lui la sua esperienza politica e la sua organizzazione per la corsa alle presidenziali del 2009.

La Radicova continua comunque a schernirsi riguardo a una sua eventuale discesa in campo, a dispetto di tutti i sondaggi elettorali che la darebbero quasi certamente vincente al primo turno, anche contro l’osso più duro dello scacchiere politico slovacco, il capo dei socialdemocratici (Smer) e Premier Robert Fico. L’ex Premier, tornata a vita privata con un impegno nel mondo accademico (è professoressa di sociologia) ha comunque espresso a Tasr riconoscimento per le dichiarazioni di apprezzamento quale migliore candidato possibile degli ex colleghi di SDKU-DS, partito che l’ha portata a capo del governo e nel quale è stata vice presidente. «Ma questo è tutto quello che posso dire a questo punto», ha concluso ermetica.

Kiska ha annunciato la sua intenzione di correre alla carica di Presidente dopo essere stato incoraggiato da un sondaggio dell’agenzia Focus commissionato da lui stesso. L’indagine sembrava dimostrare che Kiska ha una reale possibilità di vincere se la Radicova sarà fuori dai giochi. Questo sondaggio, il primo senza la Radicova, ha dato Kiska al secondo posto con il 17,1% di sostegno dietro a Robert Fico (con poco meno del 20%).

Il sondaggio ha rivelato che oltre il 60% degli intervistati vorrebbe votare per un candidato indipendente quale Presidente della Repubblica.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google