Metà dei giovani adulti slovacchi vive ancora con i genitori

Il 52% dei giovani adulti slovacchi condivide la dimora paterna, secondo una analisi effettuata dalla banca CSOB. Il dato slovacco, secondo il documento della banca, indica che la percentuale dei giovani tra 25 e 34 anni che in Slovacchia non hanno un proprio domicilio è doppia rispetto al tasso medio dei paesi europei (che si posizione al 27,5%).

Motivo principale per cui molti giovani non se ne vanno di casa, spiega l’analista di CSOB, Marek Gabris, è che non se lo possono permettere. Anche se quasi il 60% di loro dichiara di avere un contratto di lavoro, specialmente l’acquisto di un proprio appartamento resta più che difficile in Slovacchia dato l’elevato costo, in special modo se rapportato allo stipendio medio. «Ci sono molti appartamenti sul mercato che sono molto difficili da vendere, e che continueranno a influenzare per molto tempo i prezzi in modo significativo», dice Gabris. Non bastasse questo, «il numero di nuovi appartamenti finiti è in diminuzione ogni anno, il che indica anche per il futuro un aumento dei prezzi».

Il risultato di tutto questo è che la Slovacchia è tra il gruppo di paesi con la più alta congestione immobiliare, che affligge il 40% della popolazione, dato doppio della media UE (20%). Secondo i criteri europei, una persona è considerata vivere in una famiglia sovraffollata se la famiglia non dispone di un numero minimo di camere pari a: una stanza per la famiglia, una stanza per coppia e una stanza per ogni persona di età superiore a 18 anni.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google