Il Premier Fico invita gli insegnanti a riflettere prima di scioperare

Il Primo Ministro Robert Fico afferma di rispettare il diritto degli insegnanti di entrare in sciopero, come quello che è stato previsto per il prossimo mese, ma al tempo stesso si dice pessimista sul suo esito. Gli insegnanti, ha detto, hanno il diritto di farlo, ma, «con tutto il rispetto per loro, non so se questo cambierà nulla». Secondo lui, il personale del settore scuola dovrebbe comprendere che questo non è il momento giusto per fare rivendicazioni salariali ed entrare in sciopero, e dovrebbe invece comprendere la realtà in cui si trova la Slovacchia e l’Europa intera.

Ha aggiunto che intende negoziare con gli insegnanti fino all’ultimo minuto per convincerli ad accettare il 5% di aumento offerto dal Ministero delle Finanze, somma concordata con il Consiglio dei Ministri, in quanto questo è il massimo che le casse dello Stato possono permettersi oggi. I rappresentanti degli insegnanti, tuttavia, con stipendi spesso non superiori ai 500 euro mensili, fanno richiesta di un aumento minimo dei salari del 10% e chiedono al governo di aumentare i fondi investiti nel settore dell’istruzione in modo che la scuola slovacca possa essere confrontata con gli altri Stati dell’Unione Europea. Secondo l’OCSE, lo Stato slovacco è quello che investe di meno nel settore tra tutti i suoi 35 paesi membri.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.