Ministero Interni: l’esercitazione nucleare a Bohunice è andata come previsto

Una centrale nucleare

Secondo i primi risultati della simulazione di disastro nucleare effettuata alla centrale nucleare di Jaslovske Bohunice (nella regione di Trnava), la Slovacchia sembra ben preparata per un evento del genere, ha affermato giovedì il Sottosegretario del Ministero degli Interni, Jozef Bucek. «Ci sono stati alcuni errori», ha detto, «ma solo un’analisi approfondita mostrerà ciò che li ha causati. Nel complesso, siamo soddisfatti dei risultati».

Un giudizio positivo viene anche da osservatori stranieri (da Ucraina, Ungheria, Polonia, Austria e Repubblica Ceca) che erano presenti alla due giorni di test. Il delegato austriaco ha affermato che si è trattato di una delle migliori tra le ultime simulazioni condotte nell’Unione Europea.

Le prove del primo giorno (17 ottobre) avevano lo scopo di verificare il coordinamento tra le singole unità del gruppo di crisi – all’interno della centrale nucleare, dei governi regionali, delle autorità comunali adiacenti alla centrale e del coordinamento nazionale a livello governativo. Circa 800 persone sono state coinvolte per questa  esercitazione.

Mentre nella seconda giornata ci si è concentrati sull’esame delle attività pratiche per l’evacuazione nella realtà degli abitanti dei villaggi vicini e degli studenti delle scuole presenti nel territorio contiguo. Le persone evacuate sono passate attraverso l’intero procedimento di emergenza, dal trasferimento in autobus alla misurazione delle eventuali radiazioni alle quali sono state sottoposte, fino alla consegna di alloggi di emergenza. In caso di vero pericolo, sarebbe necessario evacuare una zona intorno alla centrale nucleare di 21 chilometri di raggio, che coinvolgerebbe 108 comuni e circa 270 mila persone nelle regioni di Trnava e Nitra.

Il test è stato deciso dal Ministero degli Interni in seguito agli eventi di Fukushima in Giappone dello scorso anno, mettendo l’ipotesi che anche a Bohunice una catastrofe naturale possa dare avvio a un disastro nucleare. La Slovacchia, ha sottolineato Buzek, è il primo paese nell’Unione Europea a condurre una simulazione su questa scala.

Mercoledì 17, per gestire l’incidente nucleare simulato, è stato anche interrotto il Consiglio dei Ministri, sostituito all’istante da un consiglio di crisi guidato dal Primo Ministro Robert Fico e dal Ministro degli Interni Robert Kalinak.

(La Redazione, Fonte Tasr, Ministero degli Interni)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google