Nuovo trattato per maggiore integrazione investigativa tra Slovacchia e Repubblica Ceca

Secondo quanto approvato dal governo nella seduta di mercoledì 17 ottobre, la cooperazione con le autorità ceche nelle indagini criminali sarà migliorata con l’uso di videoconferenze e una maggior sorveglianza transfrontaliera, un lavoro più approfondito tra gli agenti delle due polizie e un controllo specifico di falsi trasferimenti di denaro.

Il protocollo passato dal governo aggiornerà il trattato ventennale esistente tra la Slovacchia e la Repubblica Ceca sull’assistenza legale fornita dalle autorità giudiziarie e sulla composizione di determinati rapporti giuridici in materia civile e penale. A seguito di un accordo con la parte ceca, la Slovacchia ha proposto la firma del protocollo durante la prima delle due sessioni congiunte dei due governi che si terranno il 29 ottobre a Trencin e Uherske Hradiste (in Repubblica Ceca).

Il trattato rinnovato permetterà l’interrogatorio dei sospetti sul territorio dei due paesi via teleconferenza o videoconferenza. La creazione di squadre investigative comuni, la cui definizione sarà gestita dalle procure generali di entrambi i paesi, sarà regolata dalle convenzioni europee. Nei casi penali, gli agenti di polizia di un paese potranno ottenere elementi di prova grazie alla sorveglianza sul territorio dell’altro paese con il consenso della competente autorità giudiziaria. In casi urgenti il consenso non sarà necessario, ma si deve rispettare la conformità alle norme stabilite dal trattato.

(Fonte Sita)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google