Retail: Smer si tira indietro e non sostiene l’estensione dei giorni di chiusura dei negozi

A partire dal prossimo anno i negozi continueranno ad essere chiusi obbligatoriamente soltanto per 3 giorni e mezzo all’anno come avviene attualmente: il 1° gennaio (Festa della Repubblica), la domenica di Pasqua (Veľká noc), dalle ore 12:00 della vigilia di Natale (24 dicembre – Štedrý deň), e il giorno di Natale (25 dicembre – 1. sviatok vianočný).

La conferma è arrivata dal Parlamento dopo che i deputati del partito di governo Smer-SD hanno rinunciato all’intenzione di espandere il numero di giorni di chiusura forzata per i negozi in Slovacchia. Il gruppo parlamentare socialdemocratico ha «concordato di rispettare un accordo preso tra le parti sociali nel corso dei negoziati per l’elaborazione delle modifiche al Codice del Lavoro», ha detto il capo della commissione per gli affari sociali John Podmanicky (Smer).

L’estensione del divieto di vendita nei negozi per altre festività oltre a quelle già riconosciute non è stata discussa ancora con datori di lavoro e sindacati, ha detto, il che ha fermato il partito dal presentare una proposta in tal senso. Podmanicky non ha escluso che in futuro si possa tornare sull’argomento. Questo è in realtà un passo indietro del partito verso una apertura che era sostenuta all’interno di Smer, per esempio, dall’ex Ministro del Lavoro e Affari sociali Viera Tomanova (2006-2010) che voleva già raggiungere un accordo per la chiusura durante le feste nel corso dello scorso governo di centro-destra guidato da Iveta Radicova (2010-2012), e che la scorsa settimana si è detta molto delusa dalla mossa del suo partito, che ha definito “un disastro”.

Delusi anche i sindacati, mentre i datori di lavoro non hanno nascosto la loro soddisfazione. Secondo calcoli portati dal partito neoliberale Libertà e Solidarietà (SaS), le attività commerciali al dettaglio avrebbero potuto perdere qualcosa come 110 milioni di euro all’anno con una estensione dei giorni di chiusura, che loro definiscono una «ingerenza sproporzionata nella libertà personale e imprenditoriale».

La proposta di emendamento che Smer ha discusso era stata presentata dal deputato cristiano-democratico Julius Bocka (KDH), il cui primo progetto sosteneva la chiusura dei negozi nelle festività e anche tutte le domeniche, mentre un secondo progetto vietava la vendita al dettaglio soltanto nei giorni festivi.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google