L’opposizione critica il piano di bilancio 2013 passato dal governo

La proposta di bilancio per il 2013 del governo è demotivante, dannosa e ingiusta, secondo alcuni rappresentanti dell’opposizione che ieri hanno protestato contro il documento approvato dal Consiglio dei Ministri. Aumenta la pressione fiscale, limita le opzioni per entrate straordinarie individuali, pone ammortizzatori sul contesto economico e scoraggia l‘attività dei lavoratori autonomi, secondo il vice presidente di Most-Hid Ivan Svejna, che spiega come non sia il caso di fidarsi dell‘ottimismo di Robert Fico, perchè il governo non sarà in grado di garantire le entrate previste nel budget. Piuttosto che cercare entrate supplementari, il governo avrebbe dovuto bloccare il lato della spesa, ha detto.

Il vicepresidente del partito SDKU-DS Ivan Stefanec ritiene che il governo avrebbe dovuto allegare al bilancio anche le sue scuse. Si tratta di un bilancio ingiusto, perché aumenta tasse e contributi, mentre taglia i finanziamenti per il secondo pilastro (di capitalizzazione) del sistema pensionistico. Nel bilancio non c’è nessun incentivo per lo sviluppo, e nessun incentivo per chi ha voglia di lavorare, essere attivo e studiare, ha detto Stefanec.

Anche il vice presidente del Movimento Cristiano-Democratico (KDH) Milos Moravcik ha criticato il documento, in particolare riferendosi a quella che ha definito un fondo di riserva insolitamente consistente, del valore di 500 milioni, che ci si chiede dove il governo abbia poi intenzione di spenderli.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google