Volkswagen: trovato l’accordo con i sindacati, dal 2013 le paghe crescono del 4,8%

La succursale di Bratislava del gruppo automobilistico Volkswagen ha concluso ieri la discussione sulla nuova contrattazione collettiva con le organizzazioni sindacali dello stabilimento. L’accordo farà sì che lo stipendio del personale salirà del 4,8% a partire da gennaio 2013, secondo l’annuncio dato dal portavoce della fabbrica, Vladimir Machalik. Oltre all’incremento delle buste paga mansili, i lavoratori riceveranno anche due una tantum del valore di 200 euro questo mese e di 100 euro nel gennaio 2014. E intanto, i premi per i turni notturni e per il lavoro su turni di 24 ore saliranno del 3%.

L’accordo è stato raggiunto dopo una serie complessa di colloqui, ha dichiarato il capo dei sindacati in Volkswagen, Zoroslav Smolinsky. «Abbiamo migliorato le certezze sociali e finanziarie dei nostri dipendenti, il che è un’espressione di apprezzamento per il loro impegno attivo».

Wilfried von Rath, responsabile delle Risorse umane in azienda, oltre che membro del Cda, ha detto che la società ha accettato gli aumenti arrivando al massimo possibile che è oggi permesso in luce della forte concorrenza internazionale nel settore automotive.

La discussione tra la società e il personale è durata diversi mesi, e solo pochi giorni fa aveva portato i rappresentanti sindacali esausti a dichiarare una allerta sciopero. La richiesta salariale dei sindacati era per un aumento del 6,8%, mentre la società si era detta pronta ad accettare un 3,2%.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.