Cina e Giappone, tra i due litiganti vince la Slovacchia

Il conflitto territoriale tra Cina e Giappone a proposito delle isole Diaoyu/Senkaku (come vengono chiamate nelle due lingue) è una manna dal cielo per l’industria slovacca, scrive Pravda. I cinesi hanno infatti deciso di boicottare le automobili giapponesi e scegliere i modelli tedeschi. È a Bratislava che la Volkswagen produce le sue tre vetture più richieste in Cina, e a settembre le vendite di Audi e Volkswagen sono aumentate del 20%. In Cina i ricchi acquistano auto di lusso in grande quantità, e non risentono minimamente della crisi.

Prima dello scontro diplomatico tra Pechino e Tokyo le marche giapponesi rappresentavano un quinto del mercato cinese. A settembre le vendite di Toyota, prima casa automobilistica mondiale per vendite, sono crollate del 40% in Cina. Di contro, spiega il quotidiano, quella di Bratislava è l’unica fabbrica al mondo che produce la Volkswagen Touareg, l’Audi Q7 e la carrozzeria della Porsche Cayenne. Oggi lo stabilimento «continua a fabbricare grandi vetture sette giorni a settimana e non ha intenzione di interrompere la produzione».

(Fonte Presseurop)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google