Freso, SDKU: lavoro anche per i rom, ma regole uguali per tutti

Nel dibattito in corso per cercare soluzioni al problema delle comunità rom interviene con fermezza il partito SDKU-DS (Unione democratica e cristiana slovacca). Le regole devono valere per tutti, e deve risultare più vantaggioso lavorare che ricevere sussidi sociali; solo così potranno essere messi a disposizione posti di lavoro anche per i gruppi sociali di minor qualificazione. Questa la posizione espressa da leader SDKU Pavol Freso, con le idee che lui ritiene cruciali per risolvere questo problema di lunga data.

SDKU-DS, ha detto, «è contento che anche i suoi progetti di legge contribuiscano all‘apertura di un dibattito sulla questione dei rom, che non ha ancora ricevuto sufficiente attenzione dai media e, purtroppo, anche dei politici che si sono dimostrati orbi», ha detto Freso, sottolineando che le soluzioni offerte dal partito si basano sulle esperienze di persone che a livello regionale fanno un lavoro sul campo per le comunità non assimilate.

Il problema chiave per i membri della minoranza rom in Slovacchia sono l‘istruzione e il lavoro, hanno convenuto  gli attivisti rom e i rappresentanti delle Ong slovacche che si occupano di inclusione sociale nel corso di un incontro avuto ieri con il plenipotenziario del governo per i rom Peter Pollak. Quest’ultimo, che ha ricevuto l’incarico pochi giorni fa, ha confermato la sua intenzione di presentare la sua proposta di riforma sul tema il 15 ottobre, e che tra le varie questioni affrontate saranno trattati anche queste materie.

I parlamentari di SDKU hanno in programma la presentazione di un emendamento alla legge sui sussidi sociali che ne intenderebbe limitare la forza, evitando i casi di quelle persone che sono beneficiari di sussidio e che accumulano enormi debiti che poi finiscono per non pagare sostenendo di essere troppo poveri per farlo. La mossa, che avrebbe anche a che fare con le abitudini dei cittadini rom, prende ad esempio chi sale su un autobus o in treno sprovvisto di biglietto e non paga l’ammenda. I parlamentari SDKU intendono mettere fine a questo abuso cronico di prestazioni sociali, che non dovrebbe però andare a toccare chi ha piccoli debiti con autorità pubbliche.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google