Pravda: autunno caldo in Slovacchia, molte categorie pronte a scendere in protesta

Non ci sono mai stati così tanti scioperi di massa in programma in Slovacchia nello stesso momento come in questo autunno, ha scritto oggi in prima pagina il quotidiano Pravda. Tra insegnanti, infermieri e ostetriche, impiegati e studenti universitari, è folto e variegato il gruppo di coloro che intendono scendere in strada per i propri diritti. Secondo gli analisti, il motivo per il cumulo delle proteste è che alcuni dei problemi erano già al culmine un anno fa, ma le manifestazioni popolari erano state rimandate a causa della caduta del precedente governo di Iveta Radicova.

Le misure di austerità introdotte dal governo di Robert Fico, poi, e la situazione in altri stati membri dell’UE, stanno aggiungendo benzina sul fuoco, scrive Pravda. L‘ondata di dimostrazioni è stata in gran parte causata dall‘ambiente esterno, dato che proteste di massa sono in corso anche in Grecia, Spagna, Portogallo e Italia. Ma un altro motivo sono le circostanze interne, conm il governo che vuole mantenere le promesse di ridurre il disavanzo del Paese al 3% del PIL entro il 2013, il che significa in gran parte risparmi e tagli, ha commentato la sociologa Magdalena Piscova. La Piscova fa anche notare che le proteste sono state avviate da quei gruppi della società che finora sono stati definiti la ‘maggioranza silenziosa’.

(Fonte Pravda)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.