Kazimir: niente aiuti agli investimenti oggi, rinviamoli al 2014 e anche oltre

Come abbiamo già annunciato, il governo intende rinviare la decisione sullo stanziamento di stimoli all’investimento a imprese private sotto forma di sgravi fiscali al 2014 e oltre. Così ha detto il Ministro delle Finanze Peter Kazimir (Smer-SD) dopo la seduta del governo che si è tenuta nella giornata di ieri, spiegando che il 2013 è un anno chiave per la gestione del Paese e il suo consolidamento fiscale.

«Stiamo affrontando una diminuzione delle entrate finanziarie, e perciò è del tutto naturale cercare di negoziare con le singole aziende che hanno chiesto aiuti di Stati per rinviare le loro istanze ai prossimi anni», ha detto il ministro, che ha ammesso di tentare di ridurre al minimo per il 2013 tali uscite dalle casse dello Stato, «preferibilmente a zero». A questo, in particolare, è dovuto il lungo processo decisionale nella potenziale concessione degli incentivi agli investimenti per una serie di importanti investitori, tra i quali Samsung, Mondi SCP, e l’italiana Magneti Marelli (con 27 milioni di euro per l’assunzione di oltre 600 nuovi dipendenti-ndr), ha concesso ai media il Ministro Kazimir. La proposta è infatti rimasta sul tavolo – e all’ordine del giorno – del governo per le ultime tre settimane senza alcuna decisione concreta. Tra le maggiori critiche allo stanziamento di aiuti spicca il fatto che in particolare alcune società del pacchetto (Mondi e Samsung) non si creerebbe nessun nuovo posto di lavoro, ma i sostanziosi contributi andrebbero solamente a sovvenzionare il mantenimento dell’attuale assetto occupazionale che senza gli incentivi le società avrebbero intenzione di ridurre. L’azienda cartiera Mondi SCP di Ruzomberok, per esempio, non è certo che salvi il numero di posti di lavoro concordato, come indica il Ministro del Lavoro Jan Richter. L’azienda, che impiega 1.150 persone, avverte che potrebbe licenziarne 383 se non ottiene lo sgravio fiscale, ma lo Stato chiede alla società di garantire il sostegno di 766 posti di lavoro per sei anni in cambio della sovvenzione di 25 milioni. Ma, scriveva ieri il quotidiano Sme, l’azienda potrebbe ancora licenziare esattamente quelle 383 persone che intende lasciare a casa, soprattutto dopo il rinnovo delle tecnologie che intende fare con il nuovo investimento, anche se riceve lo stimolo. Il deputato SDKU Miroslav Beblavy descrive questo uno stimolo di nuovo tipo. «C’è un sistema in cui una determinata società crea posti di lavoro, ce n’è un altro in cui sostiene i posti di lavoro … e ora ce n’è uno con il quale i migliori amici del governo non hanno rpoprio bisogno di fare nulla» per ricevere il sussidio, ha detto secondo Sme.

Il Ministro dell’Economia Tomas Malatinsky, che ha ritirato la proposta per la seconda volta, spera comunque che possa andare in porto per la sessione del Consiglio dei Ministri della prossima settimana.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google