Deputati SDKU chiedono l’eliminazione delle commissioni di gestione sui conti bancari a credito

Il partito di opposizione SDKU-DS propone una revisione del Codice civile al fine di eliminare la possibilità per le banche di applicare ai clienti un canone di gestione per i loro conti correnti a credito. L’idea prende spunto da un verdetto della Corte federale di giustizia tedesca dello scorso anno, che ha confermato che addebitare una commissione per il mantenimento di un conto a credito è in contrasto con una direttiva comunitaria.

I deputati Miroslav Beblavy e Lucia Zitnanska di SDKU, che si sono prima rivolti al Ministero delle Finanze con una richiesta a questo proposito senza però ricevere risposta, propongono una modifica che potrà entrare in vigore a partire dal prossimo anno.

Attualmente, la commissione richiesta per la gestione di un conto corrente bancario a credito in Slovacchia è compresa tra 3,30 e 3,99 euro al mese. SDKU dice che in realtà un conto a credito non implica nessuna gestione, è soltanto una pratica amministrativa della banca che è logicamente legata alla materia oggetto della sua attività e alla natura dell’impegno contrattuale. Nella sostanza, dicono Beblavy e Zitnanska, le banche non forniscono ai propri clienti alcun servizio in cambio della commissione.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.