Vazny: non cambierei una virgola di quanto fatto

Lubomir Vazny, Ministro uscente dei Trasporti, non cambierebbe una virgola di quanto fatto nel suo mandato. In particolare non farebbe cambi né al sistema elettronico di pedaggio stradale Myto, né ai progetti di partenariato pubblico-privato (PPP). «Naturalmente ci sono stati alcuni piccoli errori, ma il concetto di base e le linee guida che ho stabilito sono stati rispettati», ha dichiarato. Vazny ha sottolineato che i mega-progetti lanciati sotto la sua amministrazione fanno avanzare il Paese.

«Nessuno prima di me e, anche se tengo le dita incrociate per i miei successori, nessuno dopo di me lancerà progetti quali quelli che ho avviato io – progetti di cui la Slovacchia ha bisogno», ha affermato Vazny. Egli non ritiene che il tanto criticato sistema elettronico di pedaggio stradale non funzioni, al contrario ha descritto il progetto come “eccellente” e ha fatto appello al suo successore Jan Figel (KDH) di non cancellarlo (l’opposizione lo ha fortemente criticato). Vazny ha anche difeso i progetti PPP. «Il buco che abbiamo ereditato nelle infrastrutture di trasporto era da rattoppare. Dovevamo iniziare il trattamento con una terapia shock per la Slovacchia – ed è questo che i progetti PPP rappresentano», ha affermato.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.