Alimentari: attesi aumenti sensibili dei prezzi in autunno e inverno

Gli analisti economici stimano che questo autunno, o al massimo in inverno, si sentiranno evidenti effetti degli aumenti dei prezzi alimentari. L’analista Eva Sadovska di Postova Banka, in un rapporto inviato ai media lunedì, incrimina come principali colpevoli della crescita dei prezzi il lungo periodo di siccità e l’aumento dei costi di produzione dei produttori alimentari, che sono per esempio causati dai prezzi del petrolio.

Secondo le previsioni di Postova Banka, i prezzi dei prodotti alimentari e delle bevande non alcoliche potrebbero salire del 6-8% su base annua, mentre l’incremento registrato nel primo semestre del 2012 è stato pari al 4%.

Secondo un altro analista, Boris Fojtik di Tatra Banka, i prezzi dei prodotti alimentari potrebbero aumentare di un 5% in media per tutto l’anno 2012, una percentuale sensibilmente più alta del livello normale, intorno al 3-3,5%.

Significativi aumenti dei prezzi sono attesi per pane e cereali, mentre al contrario i prezzi dei dolci probabilmente rimarranno inalterati, in quanto i prezzi di beni come caffè, cacao e zucchero sono inferiori rispetto allo scorso anno.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.