Le ONG slovacche chiedono più trasparenza nel finanziamento dei partiti politici

Tre organizzazioni non governative slovacche, Transparency International Slovakia, l’Istituto per il buon governo e l’Istituto di riforme economiche e sociali, hanno lanciato una petizione per chiedere una maggiore trasparenza nel finanziamento dei partiti politici. I parlamentari riceveranno cartoline inviate dagli elettori che contengono la domanda: “Stai mantenendo le tue promesse?”. Questo per attirare l’attenzione sulle dichiarazioni rese un anno e mezzo fa da sette partiti per cambiare la legge sui partiti politici dall’aprile 2013.

Le Ong hanno creato un orologio su internet che mostra che ormai rimangono solo 198 giorni fino alla scadenza promessa, e al momento non si vede alcun progresso in quella direzione. «I politici hanno ammesso che abbiamo un problema con lo scarso controllo su chi sponsorizza i partiti politici, e avevano promesso un cambiamento, ma finora non si è vista alcuna proposta in questo senso», ha detto Gabriel Sipos, capo di Transparency International Slovakia.

Le Ong hanno proposto un pacchetto di sette punti che include la nomina di un organo imparziale e credibile per il controllo del finanziamento delle attività di partito e per la corretta applicazione della normativa in materia di conflitti di interesse. I politici dovrebbero dichiarare le loro proprietà e compilare una dichiarazione più dettagliata dei loro interessi, dichiarando anche i doni non monetari. Le Ong, poi, chiedono sanzioni da applicare a coloro che non rispettano le leggi sul conflitto di interessi. Nessun partito politico ha per il momento reagito all’iniziativa.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google