Min. Finanze conferma PIL slovacco al 2,5% nel 2012, ma riduce stima 2013 al 2,1%

Il Ministero delle Finanze slovacco ha confermato la sua prognosi per la crescita dell’economia slovacca al 2,5% per il 2012, ma ha al tempo stesso ridotto le sue previsioni per il prossimo anno. Da un 2,6% di crescita del PIL prognosticato a giugno, il ministero ha tagliato il tasso di sviluppo a un più moderato 2,1%. Il dato si trova nella prognosi dell’Istituto di politica finanziaria (IFP) del ministero pubblicata oggi.

La conferma della crescita del 2012, secondo il rapporto, è dovuta in gran parte alla produzione degli stabilimenti automobilistici del Paese, la cui esportazione è cresciuta in modo forte e inaspettato nella prima metà dell’anno. Ma il prossimo anno le cose andranno in modo diverso, e la crescita sarà frenata. Spiega la relazione dell’IFP, dal «deterioramento delle prospettive dei nostri partner commerciali. Un lieve effetto aggiuntivo viene anche esercitato dalle misure di risanamento necessarie per ridurre il deficit delle finanze pubbliche al di sotto del 3% del PIL», da realizzarsi nel 2013. L’impatto delle misure di risanamento è stato calcolato in 0,5 punti percentuali.

L’incertezza nella crisi del debito della Zona Euro comunque rimane il rischio principale nelle previsioni, un’incertezza che, insieme a ridotte aspettative di crescita del PIL per il prossimo anno, vedrà anche ridurre l’aumento dell’occupazione. Il ministero, si legge nel rapporto, si aspetta che il numero di occupati crescerà solo dello 0,1%, ovvero di 1.800 persone, nel 2013. Una crescita più marcata dei livelli occupazionali è prevista per il 2014 – dello 0,7%. Il tasso di disoccupazione, d’altro canto, non dovrebbe variare, confermandosi al 13,9% nel 2013, con un calo progressivo al 13% nel 2015.

Inflazione prevista per quest’anno al 3,7%, mentre in rialzo la stima per il 2013, anche a causa degli aumenti dei prezzi degli alimentari. Sarà comunque in calo al 3,1%, e scenderà ancora, intorno al 2%, per il 2014 e il 2015.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.