Da ottobre sigarette più care, approvato emendamento per le accise sul tabacco

È

stato approvato martedì dal Parlamento l’incremento delle accise sui prodotti di tabacco, che aumenteranno già a partire da questo ottobre, e di una percentuale maggiore di quella prevista dal Ministero delle Finanze durante il precedente governo. L’esecutivo di Robert Fico (Smer-SD) spiega la mossa come necessaria per consolidare le finanze pubbliche.

La maggior imposta sul tabacco avrà un impatto su ogni pacchetto di sigarette di circa 10 centesimi di euro. La parte specifica dell’imposta di consumo sulle sigarette salirà del 2,59% a 59,90 euro per 1.000 sigarette a partire dal mese di ottobre. (Nel periodo precedente le elezioni, il ministero guidato allora da Ivan Miklos di SDKU propose di aumentare la tassa a 59 euro dal marzo 2013). L’aliquota d’imposta minima sulle sigarette, invece, di aumenta del 2,82% a 91 euro per 1000 sigarette, contro una proposta originaria di 90 euro. L’imposta d’accisa sui sigari e sigaretti salirà del 2,4%, e nella stessa misura aumenta anche l’accisa sul tabacco.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.