Il Ministro della Cultura indignato, vuole proibire i reality show in prima serata

Il Ministro della Cultura Marek Madaric (Smer-SD), il cui dicastero è responsabile anche per il settore media e radiotelevisivo, è indignato dal livello che certe TV private hanno raggiunto nella programmazione dei loro canali. In particolare, il ministro ha citato l’emittente JOJ, sostenendo che ha degradato la dignità umana conducendo una battaglia culturale contro il popolo slovacco. Madaric ha chiesto un dibattito pubblico sulla questione, da condurre in televisione, e si propone di intervenire per impedire che certi programmi non adatti ai bambini sotto i 15 anni vengano trasmessi in prima serata.

La pietra dello scandalo, secondo il ministro, è stata il nuovo reality show di JOJ TV, dal titolo “Il contadino cerca moglie”, la cui prima puntata è andata in onda sabato 8 settembre. Madaric ha ammesso di aver visto tutta la puntata, e «stavo lì in silenzio a bocca aperta… Non ho mai visto un così alto tasso di volgarità e di degradazione totale di una persona nelle nostre stazioni televisive nazionali in prima serata». Purtroppo, ha detto il ministro a Tasr, il principale concorrente di JOJ, l’altra TV privata Markiza, a questo riguardo non è da meno.

Entro la fine dell’anno, Madaric ha detto di voler presentare una regolamentazione per le trasmissioni televisive che vieti prima delle 8 di sera i programmi non adatti a bambini di meno di 15 anni. I media televisivi, però, sostengono che se venissero presi provvedimenti a livello governativo, la loro posizione sul mercato peggiorare, soprattutto perché le emittenti private ceche, che hanno un forte seguito anche in Slovacchia, non sarebbero soggette a tali restrizioni.

Se attuato, il regolamento sarebbe «unico in Europa», ha detto il portavoce di JOJ, Jozef Gogola, e andrebbe puramente a svantaggio del panorama televisivo nazionale. Secondo Gogola, in realtà il ministero sta soltanto cercando di nascondere la sua intenzione di aumentare le sovvenzioni per l’emittente pubblica nazionale Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS). Anche TV Markiza, il canale televisivo più seguito dagli slovacchi, respinge le accuse e ritiene che ministro dovrebbe invece concentrare la sua attenzione su RTVS, che mangia denaro pubblico nonostante la qualità delle sue trasmissioni siano ben al di sotto del livello dei fondi impiegati, come è dimostrato dalla quota di audience così bassa dei due canali della tv pubblica, ha detto la portavoce di Markiza, Olga Dubravska.

Ci sentiamo idealmente d’accordo con il ministro. Anzi, proponiamo una cosa più radicale ancora: via i reality e i programmi spazzatura dalla televisione.

(Fonte Tasr, Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google