Viaggiare lenti: diario in bici Trieste-Cracovia – Parte 4, oltre Maribor

di Diego Manna

El bel dei ostei xe che te paghi poco e te sta in stanza tuti insieme, che sarà anche più scomodo per i bagni e le doce, però xe sicuramente più divertente. El bruto dei ostei xe che mediamente no i ga la colazion. Cussì, la matina se sveiemo e semo costreti a bagolar un poco in giro per trovar de magnar. Trovemo un negozio carigo de paste e pastine, e se perdemo nela scelta. Mi voio quei. Sì, ma con la ciculata, quei ga la marmelata. Michele dighe dei, ti che te sa la lingua. Tre de questi. No, quatro. No, quatro de quei altri gavevimo dito. Sì ma no se pol gaverli senza zuchero a velo? Dei, dighe. Incasinemo al’inverosimile la mula al banco, che però xe ‘ssai cocola. Ala fine semo tuti felici e debitamente zucherai.

Mentre se preparemo per partir, riva el mulo del’ostel a chiederne come se semo trovai. El ne spiega che i ga verto de poco e che i xe pieni de entusiasmo e de idee, i vol far in modo che Celje diventi una cità in cui la gente anche se ferma, no solo un posto de passagio. Al momento, in efeti, no xe che la ofri ‘ssai robe che ne podessi spinger a fermarne. El ne chiedi del viagio, de dove vegnimo, dove andemo, come, perché. El ne fa anche le foto che dopo el meterà sula pagina facebook del’ostel.

I viagi in bici desta quasi sempre curiosità in tuti. La bici xe un acumulator de afeto. Xe dificile no provar almeno un minimo de simpatia per dei mati che pedala tuto el giorno con le borse tacade. La gente se chiedi che storia te ga drio, e davanti, xe una roba che vien in automatico. Tuti se gira a vardarte, tuti rispondi al tuo saluto, tute rispondi ai tui sorisi. Se te ghe soridi a una mula co te la incroci a pie, xe quasi sempre un inequivocabile sardon. Soriderghe a una mula in bici xe diverso. Xe la ricerca de un momento de empatia, una richiesta de un atimo de sostegno, de qualcossa che te ralegri, de un stimolo, de un ricordo de conservar gelosamente per un poco de tempo. Tanto fra dieci secondi te sarà già lontan, xe evidente a entrambi che no pol esser un sardon. Però te sarà lontan col ricordo de un soriso in più e con una feta de afeto in più.

Continua a leggere su bora.la.
Per chi volesse saperne di più vedere il primo nostro articolo sul passaggio a Bratislava dei sette triestini doc.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google