L’economia slovacca è sesta tra le più aperte nell’UE

Secondo un calcolo di Postova Banka su dati Eurostat, il valore dei beni e servizi esportati dalla Slovacchia nel 2011 hanno rappresentato l’89% del suo PIL, mentre le importazioni si sono attestate all’87% del PIL. «Con questi dati, l’apertura complessiva dell’economia slovacca l’anno scorso è stata pari al 176%. Si tratta del sesto valore più alto all’interno dell’Unione Europea», scrive in una nota Postova Banka.

L’economia più aperta nell’UE, e questo è un dato acquisito da tempo, è il Lussemburgo, con un valore di esportazioni e importazioni che raggiungono tre volte il PIL del Paese. Altre economie tradizionalmente aperte sono quelle di Malta, Irlanda ed Estonia, che nel 2011 mostravano valori oltre il 180% del PIL.

In fondo alla classifica, e quindi con caratteristiche di economie più chiuse sono quelle di Grecia, Francia e Italia, «con un’apertura sotto al 60%», osserva il rapporto.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.