Devinska Nova Ves commemora l’anniversario della strage del 30 agosto 2010

Si commemora oggi la strage di Devinska Nova Ves, il quartiere di Bratislava ove esattamente due anni fa Lubomir Harman uccise sette persone e ne ferì altre 15 prima di puntare l’arma contro se stesso e freddarsi. Harman, 48 anni, disoccupato e appassionato di armi, ha iniziato la sparatoria con un fucile automatico Vz 58 fucile nell’appartamento di uno dei suoi vicini di casa, uccidendo quattro donne e un ragazzo di 12 anni. Poi, uscendo dal condominio, ha ucciso un altro uomo all’ingresso del fabbricato prima di sparare a caso sui passanti. Anche una donna che sentendo gli spari si era affacciata al balcone è stata uccisa, e ritrovata ore dopo dalla polizia.

Dopo una prima pattuglia della polizia, che ha cercato di contrastare l’uomo nel pieno di una furia omicida, è intervenuta una squadra speciale di intervento. Prima che Harman arrivasse al suicidio è riuscito anche a ferire un membro della squadra di intervento.

Secondo le indagini che sono seguite, Harman ha agito sotto l’influenza di alcool e aveva inalato acetone.

Alcuni dei vicini sono convinti che Harman abbia perso il controllo a causa del continuo tormento dei vicini di casa molto rumorosi e irruenti. La famiglia rom sua vicina era stata più volte richiamata dalle autorità proprio per disturbo della quiete.

Dopo questo fatto, il Ministero degli Interni ha rivisto le norme per la detenzione di armi,  rendendole più dure per chi vuole portare a spasso con sé un’arma da fuoco.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google