Governo: via a riforma P.A., 90 uffici chiusi a fine anno, risparmi per 700 mln in 3 anni

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nella sua sessione straordinaria di venerdì, una nuova legge sulla Pubblica amministrazione che intende migliorare il funzionamento degli organismi dello Stato slovacco e tagliare gli sprechi. Il progetto, denominato ESO (Efficace, affidabile, aperto, in slovacco) prevede, entro la fine di quest’anno, la chiusura di ben 64 uffici statali specializzati dislocati su base regionale, con le relative competenze trasferite ad altri organi dello Stato. Con questa operazione si risparmieranno 3,2 milioni di euro.

L’intervento, presentato dal Ministero degli Interni, sarà attuato in due distinte fasi. Dopo aver chiuso i primi uffici, il governo ha in programma di abbandonare anche una serie di uffici regionali, quali quelli che di occupano di problematiche ambientali, trasporto su strada e strade e demanio regionali, gli uffici forestali e catastali, gli uffici scolastici regionali, portando così a 90 il totale di organizzazioni da cancellare solo nel 2012 tra quelle sovvenzionate dal bilancio dello Stato.

Inoltre, la legge prevede che gli uffici distrettuali delle pubbliche amministrazioni abbiano limitata personalità giuridica e competenze. «In questo modo ci proponiamo di limitare il numero di soggetti che ora gestiscono beni dello Stato, gestiscono appalti pubblici e dotano di poteri il proprio personale. Queste misure hanno carattere anti-corruzione, miglioreranno la trasparenza della gestione e il controllo dei fondi pubblici», dice un relazione illustrativa del progetto di legge del Ministero degli Interni.

Questa, comunque, sarà solo la prima puntata di ESO, che prevede una grande riforma della Pubblica amministrazione statale. «Oggi abbiamo approvato il tre per cento di ESO», ha detto Fico dopo la sessione di governo. La seconda fase della riforma diverrà operativa nel 2014, con tutte le responsabilità dello Stato a livello locale che saranno integrate in un unico ufficio dell’amministrazione centrale. Con questa manovra, da qui al 2016 Fico ha detto che il governo prevede di risparmiare 700 milioni di euro.

La riforma dovrebbe includere la riduzione degli attuali 613 uffici locali dell’amministrazione statale ad appena 79 uffici distrettuali, con otto organizzazioni regionali che dovrebbero essere gestire il controllo di tutti gli organi dell’amministrazione statale nelle regioni. Saranno poi creati dei “centri di contatto” per il pubblico, dove la gente potrà informarsi e sbrigare tutte le questioni che riguardano l’amministrazione dello Stato. Secondo il Premier il cittadino medio in Slovacchia spende almeno 1.500 euro nel corso della sua vita, e deve prendersi 51 giorni di permesso dal lavoro per comunicare con gli uffici dello Stato. Dopo l’avvento della riforma, ha detto, la cui entrata a regime è prevista per il 2020, entrambi questi numeri dovrebbero essere ridotti di una buona metà.

(La Redazione, Fonte Sita)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google