I medici slovacchi contro la corruzione; lanciano campagna “non prendo bustarelle”

Lunedì 13 agosto i medici dell’Associazione sindacale dei medici (LOZ) hanno lanciato una campagna anti-corruzione dal titolo “Ďakujem, úplatky neberiem”, ovvero “Grazie, non prendo tangenti”. Il pagamento di una “mancia” per avere una migliore assistenza sanitaria è cosa comune in Slovacchia, anche se non sempre garantisce un vero trattamento di favore. Questa nuova iniziativa ha lo scopo di migliorare il rapporto di fiducia tra medici e pazienti, introducendo una maggiore trasparenza nel sistema sanitario nazionale. I medici che aderiscono all’iniziativa indosseranno un badge con lo slogan della campagna e i loro nomi saranno presenti nella lista pubblicata sul sito web dell’associazione. LOZ ha anche aperto una hot-line telefonica anti-corruzione (0948 631949), alla quale possono essere riportati casi di tangenti.

Dati recenti di Transparency International Slovensko mostrano che la corruzione è piuttosto frequente in Slovacchia: una su quattro famiglie slovacche ha regolarmente pagato tangenti per avere accesso alle cure, secondo un sondaggio. Le bustarelle partono da 20 euro in su. Il 7% dei rispondenti a un recente sondaggio hanno detto di aver pagato anche oltre 350 euro.

In realtà, per il momento il sito di LOZ indica un elenco di medici aderenti che supera di poco i 120. Sappiamo che non godono di salari stratosferici, ma speriamo nella loro sensibilità e in una loro chiara presa di posizione su questo tema così delicato che coinvolge la vita e la salute dei cittadini.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google