TA3: l’audit all’Arcidiocesi di Trnava rivela la sparizione di 24 milioni prima di Bezak

Secondo le informazioni diffuse dalla televisione TA3 lunedì, la verifica amministrativa ordinata in Diocesi dall’ex Arcivescovo di Trnava Robert Bezak, rimosso a inizio luglio con un decreto vaticano, rivelerebbe che sono stati “distratti” dalla contabilità ufficiale della Chiesa oltre 20 milioni di euro mentre la diocesi era guidata dal suo predecessore Jan Sokol.

L’audit finanziario svolto subito dopo l’insediamento di Bezak nel 2009 indicava certe macchinazioni finanziarie, con la scoperta di oltre 80 conti bancari dell’arcidiocesi registrati tra il 1997 e il 2009, contenenti al tempo più di 2 milioni di euro relativi agli ultimi anni. TA3 sostiene che i conti bancari sono stati chiusi, e i soldi trasferiti altrove, prima che Sokol concludesse il suo mandato.

In aggiunta, la diocesi avrebbe perso centinaia di migliaia di euro all’anno per avere affittato sue proprietà a prezzi molto al di sotto del livello di mercato, mentre le proprietà valevano, pare, tre volte di più. Un conteggio fatto da TA3 sommerebbe a un totale di oltre 24 milioni di euro le somme che non sono mai apparse sui libri contabili dell’Arcidiocesi di Trnava, che fino a pochi anni fa aveva giurisdizione anche sulla città dui Bratislava.

Un certo numero di incongruenze, ha aggiunto la tv, sarebbero state rilevate anche dagli ispettori fiscali.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google