L’informale italiano contemporaneo in mostra al Castello di Cerveny Kamen

È in corso in questi giorni dopo l’inaugurazione di venerdì 27 luglio al Museo del Castello di Červený Kameň, sui Piccoli Carpazi, e rimane aperta fino al 12 agosto, una mostra organizzata da Palazzo della Racchetta, spazio d’arte informale in un edificio medioevale nel cuore antico di Ferrara, a due passi da Castello Estense e Cattedrale. La mostra, realizzata prima presso la sede ferrarese, ha portato in Slovacchia per la prima volta, grazie all’impegno dei responsabili Enrico Ravegnani e Sylvia Volcovicova e con la collaborazione del Múzeum Červený Kameň – una delle sedi del Museo Nazionale Slovacco – una scelta di artisti astratti informali contemporanei che appartengono a varie correnti.

Tra i vari autori presenti, che danno nella loro multiformità un ritratto dell’arte informale astratta dei nostri giorni, non pochi hanno esperienza internazionale. Tra questi citiamo Albino Pitti, le cui opere sono presenti in ventisette musei al mondo; a Madrid ha dato vita alla corrente pittorica del “Simbolismo Astratto”, poi ha fondato la corrente denominata “Espansionismo”, nel 2005 a Balaguer dipinge una tela di cinquanta metri, nel 2010 era a Rotterdam, ora dipinge in Liguria. Poi, Enzo Dente, che nel 2006 fonda insieme a Barrile la corrente del “Dinamismo cosmico”, e molti importanti critici parlano di lui; le sue opere sono presenti in Usa, Gran Bretagna, Argentina, Cina, Germania. Giancarlo Nucci, pittore naturalista astratto, espone fin dal 1976 e le sue opere si trovano nelle più importanti collezioni private. Armida Pupa Nardi, pittrice fiorentina, ha una grande esperienza pittorica astratta; attualmente espone in Cina, Usa, Parigi, ha una galleria a Firenze dove espone opere sue tutto l’anno. Rossano Dicicco Morra, architetto pittore esprime in modo informale episodi di vita denunciando nella tela gli episodi di violenza quotidiani. Mauro Malafronte, giovane pittore allievo di Pitti, oggi è parte del “Dinamismo Cosmico”. Sono inoltre presenti Alessandro Mazza, Louis Olivencia, Mauro Patarchi, Virgilio Patarini, Valentina Carrera, Maxime Aloise Gibboni, Enrico Ravegnani, Giorgio Ravegnani, Roberta Sedocco.

I curatori della mostra, nel frattempo, cercano artisti slovacchi, già conosciuti o agli inizi, per organizzare fra pochi mesi una mostra al medioevale Palazzo della Racchetta a Ferrara.

Cosa: Collettiva 02, dipinti di artisti italiani informali astratti
Dove: Múzeum Červený Kameň, Castello di Červený Kameň
Quando: aperta fino a domenica 12 agosto 2012, tutti i giorni 9:00-17:00
Organizzata da: Palazzo della Racchetta, Ferrara e SNM-Múzeum Červený Kameň

(P.S)

Cosa: Collettiva 02, dipinti di artisti italiani informali astratti

Dove: Múzeum Červený Kameň, Castello di Červený Kameň

Quando: aperta fino a domenica 12 agosto 2012, tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00

Organizzata da: Palazzo della Racchetta, Ferrara e SNM-Múzeum Červený Kameň

1 comment to L’informale italiano contemporaneo in mostra al Castello di Cerveny Kamen

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google