La Slovacchia inizia a ritirare le sue truppe dall’Afghanistan

Entro il 2013 rientreranno un totale di 289 soldati slovacchi dalla missione ISAF in Afghanistan. Lo si apprende con la decisione del governo slovacco presa martedì di iniziare il ritiro del contingente delle Forze armate del Paese presenti nel martoriato teatro afghano all’interno della missione di pace gestita dalla NATO. I primi 104 soldati torneranno quest’anno e il resto entro la fine di giugno 2013.

La decisione è stata presa sulla base dei risultati del vertice NATO tenutosi nei mesi scorsi a Chicago, che ha deliberato di accelerare i passi verso l’autosufficienza delle forze nazionali dell’Afghanistan dal punto di vista del controllo del territorio e di polizia. Kabul dovrebbe assumersi progressivamente le proprie responsabilità per conto proprio sulla sicurezza del Paese.

Il ritiro slovacco avrà un costo calcolato fino a 27 milioni di euro, che sarà finanziato dal bilancio del Ministero della Difesa.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.