Scovato tunnel slovacco-ucraino: era usato per traffico di tabacco e forse di persone

La polizia slovacca ha individuato un tunnel di 700 metri di lunghezza scavato sotto il confine ucraino-slovacco che sbocca tra in una località tra i villaggi di Vysne Nemecké e Nižné Nemecké. Ad avviso degli inquirenti, il tunnel è stato utilizzato per il contrabbando di sigarette e forse anche traffico di persone tra l’Ucraina e la Slovacchia. La polizia stima che la galleria, del diametro di un metro e profondo tra i tre e i sei metri, sia stato usato due o tre volte la settimana per circa un anno e potrebbe aver consentito di eludere dazi doganali e imposte per un importo fino a 50 milioni di euro.

La scoperta è stata annunciata oggi nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il Ministro degli Interni Robert Kalinak, il Ministro delle Finanze Peter Kazimir, il presidente del Corpo di Polizia Tibor Gaspar e il capo dell’Ufficio Amministrazione Finanziaria penale, Jozef Luteran. A detta di Kazimir, la polizia avrebbe sequestrato più di 13.000 stecche di sigarette – per una frode allo Stato di 350mila euro in accise – in un’operazione che è stata il frutto della collaborazione tra l’Ufficio dell’Amministrazione Finanziaria penale ed il Corpo di Polizia. Kazimir ha elogiato la collaborazione con le autorità ucraine, che lui ha descritto come «senza precedenti». La scoperta, ha detto Kazimir, ha grande importanza anche in vista della rivalutazione della Slovacchia quale Paese membro della Zona Schengen che avverrà il prossimo anno. Il tunnel, ha detto, potrebbe anche essere stato usato per il traffico di esseri umani.

Il tunnel, ha affermato Luteran, era ben costruito, con la tecnologia utilizzata nelle miniere puntellando pareti e soffitto con supporti in legno e con la stesa di binari sui quali viaggiava un piccolo carrello. Era lungo 480 metri sul lato slovacco, e aveva richiesto la presenza di qualcuno contemporaneamente a entrambe le sue estremità per poterlo scavare. Luteran ha rivelato che l’estremità slovacca finisce nel capannone di un’azienda, dove un camion in attesa avrebbe potuto caricare le merci di contrabbando nel giro di due ore. Sul lato ucraino, il tunnel sbuca in una casa famigliare nella città ucraina di confine di Uzhorod.

La polizia ha scoperto il manufatto nel corso di un raid il 18 luglio, durante il quale sono stati fermati due uomini, Tomas V. di Bratislava, sospettato di aver organizzato il contrabbando di sigarette, e Stefan H. di Sala, camionista. Le indagini, comunque, proseguono, e come ha detto il capo della polizia Gaspar più persone erano coinvolte nell’affare. Nel giro di qualche settimana, ha detto, potremmo essere in grado di prendere altri sospetti. Il tunnel sarà ora riempito con calcestruzzo, ha aggiunto Gaspar.

Il contrabbando di tabacco dall’Ucraina è estremamente profittevole, stante l’accisa sulle sigarette in Ucraina che è notevolmente inferiore a quella della Slovacchia e di altri paesi dell’Unione Europea.

(Red, Fonte Sita)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google