Immunità parlamentare: in vista la cancellazione dal 1° settembre

La Commissione parlamentare costituzionale e giudiziaria ha sostenuto martedì la proposta di cancellare definitivamente l’immunità parlamentare dai procedimenti penali. Tutti i membri hanno alzato le mani per il progetto di legge costituzionale che è stato approvato in prima lettura il mese scorso. «Ho detto fin dall’inizio che è il risultato di un ampio consenso politico e non mi aspetto alcun problema. Credo che, come abbiamo detto, la Costituzione subirà un cambiamento importante e la posizione uguale di parlamentari e cittadini della Repubblica Slovacca arriverà a compimento», ha detto il Presidente del Parlamento Pavol Paska a seguito della riunione del comitato.

La proposta, passata in seconda lettura alla fine di giugno, è stata presentata dai capi di tutti i gruppi parlamentari e pure da Paska. Dopo che l’immunità verrà annullata, i deputati avranno soltanto l’impunità per le loro dichiarazioni fatte in Parlamento e all’interno degli organi parlamentari, e per il loro voto su di esse, anche dopo la fine del loro mandato.

I deputati, comunque, manterranno un certo vantaggio sui cittadini comuni, dato che per il loro arresto o custodia cautelare sarà sempre necessario il consenso del Parlamento, e del consenso della Commissione mandato e immunità se colti in flagranza di reato. In caso contrario, sarebbero immediatamente rilasciati. Questa modifica non andrà però a toccare i giudici della Corte Costituzionale, per i quali l’immunità penale rimane.

Il Parlamento aveva già cancellato l’immunità per le trasgressioni minori già alla fine del periodo precedente le elezioni. Se la corrente versione dell’emendamento sarà passata nella prossima sessione parlamentare, le immunità dai procedimenti penali saranno abolite dal 1° settembre 2012.

(Fonte Webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.