Fico: i primi cento giorni? Il periodo più difficile per me e i miei ministri

Questi primi mesi di governo sono stati per il Primo Ministro Robert Fico e i suoi colleghi il periodo più difficile della loro carriera politica. Lo ha detto Fico in una conferenza stampa ieri convocata per fare un bilancio dei primi cento giorni del suo secondo mandato come Primo Ministro.

Il suo esecutivo, ha detto, ha ereditato una Slovacchia non in buone condizioni, in un momento in cui il Paese è stato afflitto da una congiuntura economica e sociale avversa. Negli ultimi venti mesi, ha detto, «abbiamo avuto in Slovacchia un governo di destra molto instabile», che non è «stato in grado di adottare le decisioni necessarie».

Fico ha rivendicato in questo primo periodo di essere riuscito a formare «una struttura stabile di potere governativo e politico, che rappresenta un punto di partenza importante per il futuro ». Stabilità, ha sottolineato, è proprio ciò che il governo precedente non aveva. Fico si è anche attribuito il merito di aver creato un meccanismo efficace di dialogo sociale e di aver preparato le misure essenziali per il consolidamento delle finanze pubbliche di questo e del prossimo anno. Il suo governo, ha rimarcato, consoliderà le finanze pubbliche proteggendo allo stesso tempo i contribuenti con bassi redditi, e ha criticato l’Opposizione per la sua incapacità di offrire alternative.

«Abbiamo utilizzato questi cento giorni per ripristinare l’immagine della Slovacchia quale partner affidabile e prevedibile nelle relazioni internazionali, in particolare nell’Unione Europea», ha concluso Fico. Ma la Slovacchia deve essere informata e pronta, ha detto, perché la situazione all’interno della Zona Euro è ancora straordinariamente fragile.

(Fonte Webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.