È in calo in Slovacchia il numero degli aborti artificiali

Un rapporto pubblicato la settimana scorsa dal Centro nazionale di informazione medica recita che se nel 1990 si sono registrati 48.000 casi di aborto, e nel 2000 il numero era sceso a 16.580, si è ulteriormente ridotto nell’ultimo decennio, arrivando agli 8.818 casi registrati l’anno scorso. Positivo il commento del Forum per la vita slovacco (Forum zivota), che definisce il fatto «una tendenza molto incoraggiante». «Crediamo che la legge del 2009 sulle consulenze pre-interruzione abbiano favorito questa diminuzione, dando peraltro soluzioni alternative al problema di una gravidanza indesiderata», ha spiegato Marcela Dobesova, presidente della più grande organizzazione pro-vita in Slovacchia.

Il numero delle donne che vuole informazioni e sostegno a questo riguardo è in continua crescita, prosegue la Dobesova, e questo è un fatto molto incoraggiante, ma dall’altra parte «vi è stato anche un forte aumento dell’utilizzo di contraccettivi, a testimonianza che c’è ancora molto da fare nel campo della protezione della vita». La Dobesova sottolinea la necessità di parlare non solo dell’impatto negativo della contraccezione sulla salute della donna, ma anche degli aspetti morali connessi a questa pratica.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.