Anno dei Santi Cirillo e Metodio: dato il via giovedì a Nitra

Con una Santa Messa celebrata dall’Arcivescovo di Bratislava Stanislav Zvolensky, alla presenza del Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic e del Primo Ministro Robert Fico, ha aperto a Nitra giovedì 5 luglio l’Anno dei Santi Cirillo e Metodio. L’Anno giubilare di Cirillo e Metodio intende ricordare, nel 1150° anniversario, la missione dei santi Apostoli degli Slavi iniziata nell’anno 863 in Grande Moravia, Stato che comprendeva una parte significativa del territorio della moderna Slovacchia.

Zvolensky ha elogiato nella sua omelia i successi dei due santi, che hanno posto le basi spirituali per il Paese. Ha ricordato un sermone pronunciato dal cardinale Jan Korec Chryzostom (attualmente gravemente malato) con una cerimonia a Nitra esattamente sette anni fa, il 5 luglio 2005. «Aveva chiesto: come Nazione, vogliamo vivere senza religione, cristianesimo? possiamo realizzare pienamente [cosa ciò significhi], non vediamo la dimensione terribile che può essere raggiunto da [un Paese] senza una coscienza? e con l’egoismo, avidità e odio? non vediamo ciò che l’avarizia nell’economia, la corruzione e il terrorismo possono causare? non vediamo ciò che la libertà senza limiti e la gente senza scrupoli morali sono in grado di fare?», ha detto Zvolensky.

In un intervento pronunciato durante la cerimonia, Fico ha ricordato che Nitra è la madre delle città slovacche, la più strettamente collegata alla tradizione dei santi Cirillo e Metodio, e ha descritto la missione dei due fratelli di Salonicco come una dimostrazione della capacità di rafforzare la ricchezza spirituale slovacca che esisteva nel paese anche prima del loro arrivo. «I reperti archeologici di Bojna [regione di Nitra] hanno dimostrato che Cirillo e Metodio non sono venuti tra i pagani, ma tra persone i cui cuori erano già influenzati dalle idee della civiltà cristiana», ha detto il Primo Ministro, decantando il contributo dei due fratelli nell’istruzione, «la chiave del successo della Slovacchia».

I due santi hanno portato alle genti slave un alfabeto che permetteva loro di dare forma scritta alla lingua fino allora soltanto orale. Con quei segni Cirillo e Metodio tradussero i libri sacri e liturgici in antico slavo, per far sì che la gente locale potesse comprendere appieno il significato della Parola di Dio, un’operazione innovativa mai prima portata a termine da altri. E aiutarono a porre le basi di una legislazione giuridica della Grande Moravia.

L’Anno giubilare si concluderà il 15 settembre 2013 nel corso della Festa della Madonna dei Sette Dolori di Stastin.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google