Kosice, nei lavori di costruzione della R4 catalogati 1.000 reperti archeologici

Circa 1.000 oggetti archeologici sono stati trovati ed identificati nel corso dei due anni di scavi lungo il tratto della superstrada R4 attualmente in costruzione tra Kosice e Milhost, nell’est della Slovacchia. Secondo Andrea Vrablova, portavoce della società di costruzioni Skanska SK, la maggior parte degli oggetti ritrovati risalgono alla preistoria. La più grande scoperta finora effettuata è una cava di argilla di 45 metri di lunghezza che era probabilmente utilizzata per l’estrazione di argilla e la produzione di ceramiche.

«Nessuno si aspettava che la portata dei lavori di scavo sarebbe stata così grande, e anche se hanno comportato un ritardo nella costruzione della superstrada, si tratta di un grande contributo a quello che sappiamo sul passato della regione», secondo il project manager di Skanska, Ivan Gajdos. Altri reperti rinvenuti durante i lavori di sbancamento tra Kosice e il confine ungherese sono una tomba che contiene un cadavere che giace in posizione fetale in località Sena, risalente probabilmente all’età del bronzo.

La società incaricata dei lavori di scavo archeologico, Archeologia Zemplin, ha via via esplorato sei diverse località con insediamenti che vanno dal paleolitico fino al medioevo. La R4 a doppia carreggiata sarà parte integrante del corridoio stradale internazionale che inizia nella città polacca di Rzeszow e conduce, attraverso la Slovacchia e l’Ungheria, a Oradea in Romania.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google