Governo: non metteremo paletti alla vendita della minoranza di SPP

Per la questione SPP, Fico avrebbe promesso alla Cancelliera che il suo governo non avrebbe opposto resistenza al progetto dei due azionisti di minoranza – la tedesca E.ON Ruhrgas e la francese Gaz de France – di vendere la propria quota del 49%. Ma l’Ufficio di Governo ha ammesso che si aspetta che il gruppo finanziario J&T acquisisca una partecipazione nella utility slovacca del gas SPP, come scrive oggi in prima pagina il quotidiano Sme.

Fico aveva dichiarato nelle scorse settimane di aver intenzione di combattere per gli interessi dello Stato, che detiene il 51% di SPP, facendo in modo che l’azionista di maggioranza in assemblea abbia anche lo stesso potere in Consiglio di amministrazione, cosa che oggi non avviene.

SPP è in trattative da mesi con il gruppo energetico ceco EPH, come hanno ammesso anche alcuni tra i suoi soci, J&T e gli uomini d’affari cechi Petr Kellner e Daniel Kretinsky.

L’ex Ministro dell’Economia, il deputato liberale Juraj Miskov (SaS), ha ricordato i piani di questo governo di un eventuale riacquisto della quota di minoranza delle azioni SPP. Se Fico «trova il denaro per l’acquisto degli assicuratori sanitari privati, perché non SPP?», osserva Miskov riferendosi al piano di Fico di avere in Slovacchia un’unica cassa malattia statale.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.