Tasse di registrazione anche sulle auto medie. AZZZ: ma non sui camion, per favore

Le nuove imposte di registrazione per le vetture, che il governo di Robert Fico ha proposto e che originariamente avrebbero dovuto interessare soltanto le auto di lusso, andranno quasi certamente a toccare più di tutte le vetture di classe media. Secondo Hospodarske Noviny, il Ministero delle Finanze si propone di raccogliere 12 milioni di euro dai proprietari di veicoli di questa categoria, somma superiore alle attese della raccolta dai soli proprietari di autovetture di prestigio e di modelli di lusso e SUV.

La nuova tassa dovrebbe essere introdotta a metà 2012, ma la data esatta non è stata ancora fissata. La quota di iscrizione dovrebbe riguardare le auto con potenza oltre 80kW, come ad esempio Volkswagen Passat o Skoda Octavia. Le spese per questi modelli saranno al livello minimo di 167 euro. Altre tipologie di automobili che il quotidiano elenca – Audi A4, Opel Insignia, BMW 3 e Lexus IS, per esempio – rientrano nella categoria che pagherà 217-397 euro. Andando su modelli executive come Audi A6, BMW 5, Mercedes E, Lexus GS e Volvo S80, queste costeranno ai loro proprietari un’imposta tra 477 e 1.157 euro per la prima immatricolazione in Slovacchia. La categoria più alta, che comprende Mercedes S, BMW Serie 7, Lexus LS, Audi A8 e Range Rover avrà tariffe tra 1.397 e 2.997 euro.

Il nuovo balzello dovrebbe riguardare 70.000 vetture della classe media ed executive, sia nuove che di seconda mano.

Ma la nuova tassa andrà a colpire anche i camion che vengono utilizzati per attività economiche. A questo riguardo, la Federazione delle associazioni di imprese (AZZZ) ha espresso ieri il proprio disaccordo con le idee del governo sulle tasse di iscrizione per gli automezzi importati. La tassa avrebbe dovuto toccare soltanto le auto di lusso, «e invece riguarderà anche i normali camion che vengono utilizzati nelle imprese», ha detto il presidente di AZZZ, Rastislav Machunka, dopo una riunione straordinaria del Tripartito (governo, imprese e lavoratori).

Machunka definisce l’intenzione del Ministero delle Finanze di raccogliere più soldi come una mossa controproducente: le imprese andranno a registrare i loro mezzi nei paesi vicini, ha detto, e così la Slovacchia potrebbe perdere non solo le tasse ma anche l’IVA. AZZZ, comunque, propone di rinviare l’introduzione della legge fino al 2013.

Il capo del Ministero delle Finanze, Peter Kazimir (Smer-SD), ha sostenuto l’idea sottolineando la necessità di aumentare le entrate per lo Stato già nel 2012. Ammette, comunque, che il governo potrebbe apportare alcune modifiche al suo piano.

(Fonte Tasr, Hospodarske Noviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google