Numero di viaggi d’affari dei residenti UE sceso dell’11% tra il 2008 e il 2011

Secondo Eurostat, i residenti UE nel 2011 hanno fatto 1,2 miliardi di viaggi sia per il tempo libero che per lavoro. Il numero dei viaggi  per vacanza, che sono fortemente aumentati tra il 2006 e il 2008, sono poi rimasti pressoché stabili nei successivi tre anni fino al 2011. Sono stati invece i viaggi d’affari, che rappresentano il 14% degli spostamenti totali, che hanno subito un calo negli anni di crisi, diminuendo dell’11% a tutto il 2011, rispetto all’anno di picco 2008.

Nel gennaio del 2012, Eurostat ha pubblicato che il numero di notti trascorse in hotel per turisti nell’Unione europea ha raggiunto un numero record.

Tra gli Stati membri, il numero più alto di viaggi è stato registrato dai residenti della Germania (215 milioni di viaggi per vacanze e 56 milioni di viaggi d’affari), Francia (204 milioni e 21 milioni), Regno Unito (117 milioni e 26 milioni ) e Spagna (122 milioni e 17 milioni). Questi quattro stati membri, da soli, rappresentano circa i due terzi di tutti i viaggi per il tempo libero e i tre quarti di tutti i viaggi di lavoro effettuati dai residenti nell’Unione Europea nel 2011.

I tre quarti del miliardo di viaggi vacanza effettuati nel 2011 sono stati spesi all’interno del paese di residenza, mentre i viaggi negli altri paesi rappresentano l’altro quarto. Le percentuali più elevate di spostamenti interni nel 2011 sono stati rilevati in Romania, Spagna e Portogallo. Cinque stati membri mostrano invece la maggior quantità di viaggi all’estero (almeno per la metà di loro) per le proprie vacanze: Lussemburgo, Belgio, Slovenia, Paesi Bassi e Austria.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.