Il comune di Kosice non pagherà più la raccolta rifiuti a Lunik IX

Il sindaco di Kosice, il parlamentare socialdemocratico Richard Rasi (Smer-SD) ha detto basta. Il suo comune non ripulirà più il complesso cittadino Lunik IX dalle cataste di rifiuti che vi sono accumulate dai suoi abitanti rom. La città non finanzierà più la rimozione dei rifiuti come in passato, ha detto la portavoce del Consiglio comunale di Kosice, Martina Viktorinova. «Noi non pagheremo più un soldo per chi non rispetta le regole della società civile e non osserva norme igieniche di base. Naturalmente rimaniamo attivi come comune per prevenire la diffusione di malattie, ma i costi saranno a carico di Lunik IX, i cui abitanti hanno creato una discarica abusiva», ha detto Viktorinova mostrando tutta la stizza dell’amministrazione comunale per il comportamento al limite dell’indecenza degli abitanti del quartiere, in gran parte abusivi e decisamente riottoso alle regole del vivere civile.

La riluttanza delle persone che vivono nel complesso nell’osservare le regole è un problema di sempre per tutta la città, che ha dovuto farsi carico della manutenzione e la pulizia di diverse tonnellate di rifiuti di ogni genere nel conglomerato abitativo, servizi che sono finiti a pesare sul bilancio della città su base regolare.

«Da quando sono stato eletto sindaco», ha detto Rasi, «stiamo promuovendo l’idea che le leggi devono essere applicate anche dentro Lunik IX. Stiamo gradualmente cercando di mettervi ordine, ma non è un problema che può essere risolti in pochi mesi. Non si può districare all’istante un problema dell’intera società locale che è stato trascurato e ignorato per moltissimo tempo», ha detto.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.