È a Milano la torre più bella d’Europa, la nuova sede della regione

Nella top ten dei migliori grattacieli del mondo, stilata come ogni anno dal Council of Tall Buildings and Urban Habitats (Ctbuh), fa bella mostra di sé un’opera italiana, anche se per la verità frutto del design di uno studio straniero. Per la prima volta, comunque, l’Italia entra in questa classifica vincendo il premio nella sezione Europa. Palazzo Lombardia, la nuova sede della giunta regionale lombarda, è infatti stato giudicato il miglior grattacielo del vecchio continente per il 2012.

L’opera, completata e inaugurata dal Presidente della Repubblica nel marzo 2011, con i suoi 161 metri e 43 piani è l’edificio più alto d’Italia, ed è stato selezionato in base a criteri di «design, innovazione, sostenibilità».Il riconoscimento va al progetto dello studio Pei Cobb Freed & Partners con particolare menzione per le linee del complesso e la combinazione di spazi aperti e chiusi, il richiamo alla Galleria Vittorio Emanuele del capoluogo lombardo e da passaggi e connessioni armoniche con il vicino grattacielo Pirelli. I principi di «sostenibilità» sono soddisfatti dai tetti verdi, dalle pareti dotate di pannelli rotanti per garantire luce e ombra all’occorrenza.

«In una città famosa per la sua storia e per la moda, questo palazzo è perfettamente in armonia con l’ambiente urbano circostante. Non stiamo parlando semplicemente di una torre: il progetto mira a creare una fusione tra giardini e spazi commerciali. Lo stile è attinente alla location», è il commento di Antony Wood, direttore esecutivo del Ctbuh, organizzazione di Chicago considerata la massima autorità nello studio e nella catalogazione dei grattacieli di tutto il mondo. Da 42 anni assegna ogni anno il premio alle opere migliori, una per continente.

Purtroppo il premio e la bellezza del progetto non si sposano bene con l’enorme somma spesa per costruirlo (383 milioni di euro, ben più dei sessanta milioni stabiliti nella gara d’appalto) e con l’impatto sull’ambiente che ha creato infinite polemiche con i residenti. Inoltre, il palazzo è stato fortemente osteggiato dai cittadini anche per la lussuosità dei suoi ambienti, poco in armonia con il fatto di essere dedicato ad ospitare uffici pubblici e di essere stato realizzato con soldi pubblici.

Vedi le foto di Mauro Gambini su Flickr.

(P.S.)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.