Gli USA chiedono che le forze speciali slovacche rimangano in Afghanistan

Gli Stati Uniti hanno informalmente informato la Slovacchia che sarebbero ben lieti se il Parlamento slovacco volesse votare per estendere il mandato delle Forze speciali slovacche attive nell’operazione ISAF in Afghanistan. Queste le parole dell’Ambasciatore americano a Bratislava Theodore Sedgwick durante un incontro avuto giovedì con il Ministro della Difesa Martin Glvac. L’Unità Speciale Slovacca sta attualmente operando in virtù di un mandato per tre rotazioni. Glvac, tuttavia, ha confermato che il Parlamento dovrebbe discutere la proroga di questo mandato nel prossimo futuro.

Al momento, un secondo gruppo di soldati del Quinto Reggimento delle Forze speciali di Zilina è attivo in Afghanistan per sei mesi, e ha recentemente attirato l’attenzione per la cattura di un leader talebano affiliato con Al-Qaeda. «Sono contento che i nostri soldati stiano lavorando bene e si adoperino per la buona reputazione della Slovacchia. Ogni riferimento positivo dall’estero sul loro operato serve a migliorare la pubblica opinione in patria», ha detto Glvac.

I soldati slovacchi e 40 dei loro omologhi dell’esercito degli Stati Uniti, oltre ad attrezzature appositamente spediti in loco, stanno partecipando dal 1° giugno a una esercitazione comune per forze speciali al campo di addestramento di Lest, nel centro della Slovacchia. Secondo l’ambasciatore, questo dimostra senza bisogno di ulteriori commenti la buona cooperazione tra soldati americani e slovacchi. «È un centro unico. Io credo che in futuro potrebbe diventare un buon centro di addestramento per più truppe della NATO, compresi gli Stati Uniti», ha affermato Sedgwick.

(Red, Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.