Non è uno zingaro l’uomo sul controverso manifesto dello SNS

In una conferenza stampa di ieri, Anna Belousovova, numero „due“ del partito SNS ha energicamente negato che l’uomo di carnagione scura, con molti tatuaggi ed una catena al collo, protagonista dello slogan che reca: „non nutriamo chi non vuole lavorare“ sia un Rom, ma bensì un cittadino Slovacco. „Razzista è chi associa automaticamente tale immagine a quella di un Rom, non noi“, ha aggiunto la Belousovova. Peraltro i cartelloni pubblicitari (manifesti elettorali) dello SNS con tale immagine sono stati già coperti da una altra società Tedesca, e sembra che, a questo proposito, lo SNS voglia presentare una denuncia alla Magistratura. Infine, la Belousovova ha auspicato un’azione contro i responsabili dello SMK che, disobbedendo ai disposti della Legge sulla lingua, hanno creato manifesti esclusivamente in Ungherese.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.