Il Meccanismo europeo di stabilità passa l’esame del governo e va in Parlamento per la discussione

Il contributo in contanti che la Slovacchia sarà chiamata a pagare una volta ratificato il Meccanismo permanente di stabilità europeo (ESM) sarà pari a 659,2 milioni di euro, secondo una proposta di legge approvata dal governo giovedì e inviata per essere sottoscritta dal Parlamento slovacco.

L’importo sarà regolato in cinque rate, la prima delle quali (di oltre 131 milioni) sarà da corrispondere già 15 giorni dopo l’entrata in vigore dell’ESM, prevista per il 1° luglio, e una seconda rata di pari importo andrà in scadenza in autunno. Le restanti tre rate, saranno dovute, «per un totale di 395.520.000 euro, nel corso del 2013-14», recita il documento del Ministero delle Finanze. Se per la prima rata verranno utilizzate attività finanziarie statali che non impattano il livello del deficit o del debito pubblico, non sarà così per i pagamenti successivi, che avranno un effetto negativo sul debito pubblico della Slovacchia.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.