Radicova: decisione sull’EFSF irreversibile. Fico: dica se il suo Ministro delle Finanze firmerà

Iveta Radicova, Premier designato, nell’incontro di ieri con il Presidente Gasparovic ha detto che la decisione del precedente Governo sul Meccanismo europeo di aiuto finanziario (EFSF) è irreversibile. Il nuovo Governo, secondo lei, ha ereditato questa che è una decisione politica, ed è pronto a condurre su questo discussioni responsabili a Bruxelles e al Parlamento slovacco. Al momento, però, non ha autorità per dare alcuna garanzia di successo alla ratifica dell’accordo quadro.

All’incontro a Palazzo Grassalkovic, intrapreso da Gasparovic, doveva essere presente anche l‘attuale Primo Ministro Robert Fico (Smer-SD) che poi non si è presentato, scusandosi, ma non spiegando perchè non poteva partecipare. «Mi dispiace perché sono convinto che gli interessi a vantaggio dello Stato non debbano essere trattati unicamente tramite le idee dei partiti politici», ha detto Gasparovic.

Il 1° Luglio (oggi) è il termine per la firma della Slovacchia del Meccanismo europeo di stabilità finanziaria, progettato per aiutare gli Stati membri dell’UE che possano in futuro essere afflitti da problemi finanziari.  «Il mio e il nostro obbligo sta nel fatto che dobbiamo e vogliamo negoziare sulla meccanica di questo accordo politico», ha spiegato la Radicova. Allo stesso tempo, ha detto che non può dare alcuna garanzia sul processo di ratifica, che deve anche essere firmato dal capo dello Stato.
La Radicova ha aggiunto che, subito dopo la nomina del nuovo Governo, vi saranno colloqui relativi al meccanismo a Bruxelles e al Parlamento slovacco. «Riteniamo che il processo politico sia irreversibile, ma i meccanismi che dovrebbero derivarne sono interamente di competenza dei parlamenti nazionali e delle trattative a Bruxelles. Siamo pronti per discussioni responsabili», ha aggiunto la Radicova.

Il Primo Ministro Robert Fico, che ieri non si è presentato all’incontro tra la futura Premier Iveta Radicova e il Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic, e pur scusandosi non ha specificato le ragione dell‘impedimento, ha invitato la Radicova a informare i cittadini slovacchi ed europei se il suo Ministro delle Finanze firmerà l’accordo multilaterale relativo al Meccanismo di garanzia UE. Chiede anche se i quattro partiti di centro-destra (SDKU-DS, SaS, KDH e Most-Hid) della neonata coalizione hanno una posizione comune in materia.

Il vicepresidente di Most-Hid Zsolt Simon ha detto ieri che «Per quanto riguarda il meccanismo comunitario di garanzia, il Governo di Robert Fico e il suo Ministro delle Finanze Jan Pociatek hanno preso una posizione vincolante (per la Slovacchia)». E ha aggiunto «Abbiamo chiesto una seduta parlamentare per il prestito alla Grecia, alla quale si era aggiunta la questione del meccanismo di garanzia. Se la seduta si fosse tenuta e il Ministro avesse dato informazioni sul meccanismo di garanzia la situazione sarebbe stata del tutto divers». Fico «respinse (la richiesta) e proibì una seduta in aula» su questi temi, ha dichiarato Simon, aggiungendo che lui vede questo come una «mossa in conflitto con gli interessi della Slovacchia», dato che, secondo lui, il Governo sapeva che si sarebbe parlato solo di aiuti alla Grecia.  Simon pensa che il meccanismo comunitario di garanzia è responsabilità Fico. «Ha tutte le informazioni, ha stabilito in via preliminare una posizione vincolante. Stava parlando a nome della Slovacchia. Questo significa che lui è l’unico colpevole», ha dichiarato.

(Fonte TASR, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google