Fico: prelievo extra del 4,2% sugli utili delle imprese regolamentate per due anni

Il governo slovacco sta andando avanti con la proposta di una tassa speciale sulle imprese strategiche regolamentate nei settori delle utilities – telecomunicazioni, energia e servizi postali – e il Primo Ministro Robert Fico (Smer-SD) sta elaborando i dettagli del piano dopo l’iniziale sostegno parlamentare ottenuto la scorsa settimana. L’imposta del 4,2% sarebbe applicata agli utili per due anni, 2012 e 2013, e si andrebbe ad aggiungere all’aumento delle imposte societarie dal 19% al 23% previsto l’anno prossimo.

A contribuire con il balzello straordinario saranno le società con utili «di almeno 3 milioni di euro e con almeno il 51% della loro attività in un settore regolamentato», ha specificato il Premier. I fondi acquisiti sarebbero da utilizzare per attività volte a favorire la crescita economica.

Con questa manovra, il governo ritiene di poter incamerare nuove entrate per circa 100 milioni di euro, nel quadro delle misure necessarie per trovare 1,5 miliardi di euro in maggiori entrate e tagli nel 2013 al fine di raggiungere l’obiettivo di riduzione del deficit di bilancio al 2,9% del PIL dal 4,8% visto nel 2011.

L’approvazione definitiva delle proposte governative dovrebbe essere comunque una formalità dato che il partito di Fico, Smer-SD, occupa 83 dei 150 seggi in parlamento. Aumentare le tasse nel settore delle telecomunicazioni porterebbe a incassare soldi extra dai principali azionisti stranieri come la tedesca Deutsche Telekom (che controlla Slovak Telekom), la francese Orange e la spagnola Telefonica (O2 Slovakia).

In discussione c’è anche un prelievo straordinario dello 0,1% sulle banche, da dedursi da una base estesa dell’imposta sulle banche fissata dallo scorso governo dello 0,4% (delle passività detratte del patrimonio netto e del valore dei depositi protetti della clientela privata). Secondo il nuovo piano, rispetto all’ultimo trimestre 2012 il prelievo si applicherà non solo ai depositi aziendali, ma anche a quelli individuali. Il che dovrebbe portare ulteriori 125 milioni allo Stato.

Il Primo Ministro chiede alla Banca Nazionale (NBS) di tenere sotto controllo lo sviluppo dei prezzi dei servizi bancari, per far sì di ottemperare un il divieto legislativo per gli istituti di credito di trasferire i maggiori costi dovuti ai nuovi prelievi sui loro clienti. Le banche slovacche, sottolinea Fico, sono tra le più redditizie in Europa.

(La Redazione)

Share

Commenta

  

  

  

Si possono usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

dicembre: 2014
L M M G V S D
« nov    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031