Lajcak: l’Ucraina risolva questione Tymoshenko se vuole riprendere avvicinamento UE

Per arrivare a siglare l’accordo di associazione con l’Unione Europea, l’Ucraina deve garantire che le elezioni politiche che si terranno nel paese il prossimo ottobre si svolgeranno senza problemi. Inoltre, devono compiere passi di autentico avanzamento nel trattamento del caso dell’ex Primo Ministro Yulia Tymoshenko attualmente in carcere, ha detto mercoledì il Ministro degli Esteri slovacco Miroslav Lajcak.

«La questione [della Tymoshenko] ha ricevuto tale rilevanza politica e mediatica che non c’è alcuna possibilità di continuare nel processo [di avvicinamento] senza prima migliorare questa situazione», ha detto Lajcak. Il documento primario di politica e cooperazione commerciale tra Ucraina e UE è stato firmato da Lajcak nel suo ultimo giorno in carica di Direttore per la Russia, il vicinato orientale e i Balcani occidentali presso il Servizio di azione esterna dell’Unione Europea il 30 marzo scorso.

È stato lui che ha rappresentato l’Unione nel corso dei negoziati di accordo con l’Ucraina, che è il primo dei sei paesi del Partenariato orientale a concludere i colloqui. Ma, dopo la salita alla ribalta dell’affare Tymoshenko, il processo di integrazione con l’Ucraina è fermo, nonostante i rappresentanti di Kiev abbiano chiesto di tenere separate le due questioni, e non accettano che una persona tenga in ostaggio l’intero paese.

Nonostante la condizione stagnante, Lajcak ha comunque sottolineato che l’Ucraina non è certo allo stesso livello della Bielorussia, dove il regime di Alexander Lukashenko tiene in scacco il futuro della nazione.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.