L’ex Ministro Stefanov accusato di frode nella “gara dell’albo” del 2008

La polizia ha accusato l’ex Ministro delle Costruzioni e Sviluppo regionale Igor Stefanov (SNS) del primo governo Fico (2009-2010) di complicità nel reato di frode per la manipolazione di una gara pubblica di appalto. Al momento sono quattro le persone accusate nella famigerata “gara dell’albo”, mentre l’ex Ministro è il quinto sospetto. Se riconosciuto colpevole l’ex Ministro potrebbe finire in prigione per un periodo di 7-12 anni. I cinque imputati, tra i quali colleghi di partito di Stefanov, sono comunque a piede libero, come ha informato la portavoce della polizia Denisa Baloghova.

Secondo l’accusa, i cinque – in collaborazione con altre persone non ancora identificate – avrebbero cucito su misura una gara d’appalto da 97 milioni di euro nel 2008 per la fornitura di diversi servizi legali e pubblicità che doveva essere co-finanziata da fondi UE. Hanno organizzato le cose in modo che il bando per la presentazione delle offerte – conosciuto come “Nástenkový tender” – fosse semplicemente affisso soltanto a una bacheca interna all’edificio del Ministero delle Costruzioni (non visibile al pubblico) e inviato a tre società, due delle quali, Avocat e Zamedia, vicine a SNS, costituirono un consorzio che ha poi presentato l’offerta vincente. Stefanov al momento del lancio della gara era un alto funzionario al Ministero, che in seguito sostituì il compagno di partito (pure indagato) Marian Janusek come Ministro quando quest’ultimo dovette lasciare il posto a causa dello scandalo sorto nel frattempo.

(Fonte Sita)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.