Corte Suprema respinge causa sull’appalto del telepedaggio


La Suprema Corte slovacca ha respinto una causa intentata dal consorzio internazionale Slovakpass, guidato dall’italiana Autostrade, nei confronti dei risultati della gara per il sistema di pedaggio elettronico per le autostrade slovacche. La Corte ha confermato una sentenza della Corte regionale di Bratislava, che aveva approvato la decisione dell’Ufficio appalti pubblici (UVO) di escludere Slovakpass come offerente al concorso pubblico.
Il giudice non ha rilevato alcuna illegalità nella decisione del convenuto, dichiara il verdetto della Corte Suprema, e spiega che la decisione conteneva tutti gli elementi richiesti, ed era correttamente motivata e basata su fatti bene accertati sulla gara.
La corte ha anche stabilito che l’offerta di Slovakpass [che aveva proposto il prezzo più basso] era troppo generica e non in conformità con le condizioni della gara pubblica d’appalto lanciata nel settembre 2007. Il concorso è stato vinto dall’unico offerente rimasto in gara, SkyToll, che ha realizzato il sistema di incasso elettronico dei pedaggi per autostrade e tratti di strade di prima categoria a carico dei mezzi di trasporto oltre i 35 quintali, che è in funzione dall’inizio del 2010 con il marchio Myto.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.