Banche: l’imposta straordinaria è una pessima notizia per le banche e per la Slovacchia

L’idea del governo di prendersi una fetta più grande dei guadagni delle banche slovacche porterà ad un rallentamento della crescita economica e un aumento della disoccupazione, ammoniva mercoledì l’Associazione Bancaria Slovacca (SBA) tramite la portavoce Monika Kuhaidova, che rispondeva indirettamente alle dichiarazioni del Premier Robert Fico sull’indicazione di una possibile maggiore entrata di 125 milioni di euro per le casse dello Stato con l’introduzione di un prelievo straordinario sulle banche, 25 milioni dei quali da mettere in bilancio nel 2012 e altri 100 milioni nel 2013.

«Il settore bancario in Slovacchia si troverebbe ad avere il secondo carico fiscale più alto in Europa, e di conseguenza risulterà meno interessante per gli azionisti. La manovra potrebbe addirittura portare le banche a ridurre la propria capacità di sostenere il proprio capitale. Questa è una cattiva notizia per le aziende, che non possono ottenere un prestito all’estero. Sarà anche più difficile per i singoli cittadini accedere a mutui», ha fatto sapere la Kuhajdova in una dichiarazione.

Le banche dovrebbero inoltre essere colpite quest’anno da un altro prelievo speciale di 50 milioni di euro da incanalare verso un fondo destinato a misure per la crescita. La proposta del governo dovrebbe essere discussa in Parlamento il mese prossimo.

(La Redazione)

Share

Commenta

  

  

  

Si possono usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

agosto: 2014
L M M G V S D
« lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031