Gli analisti sorpresi da dati più positivi del previsto nel PIL della Slovacchia

La stima di crescita dell’economia slovacca nel primo trimestre, annunciata dall’Ufficio di Statistica, è stata una sorpresa per gli analisti, con cifre migliori del previsto che potrebbero tradursi in una migliore valutazione del 2012 nel suo complesso. Il dato pubblicato evidenzia una crescita del 3,1% annuo nei primi tre mesi del 2012, e dello 0,8% su base trimestrale.

Il primo commento dell’analista Lubomir Korsnak di UniCredit Bank Slovakia è stato che «il mercato si aspettava una crescita annua in decelerazione fino all’1,8%», mentre lo specialista di macroeconomia di VUB Banka, Andrej Arady, ha detto che ora si può pronosticare una nuova valutazione delle stime di crescita per il 2012, ma ha anche sottolineato i rischi che persistono nell’economia slovacca, come la debole domanda estera e interna, con quest’ultima sicuramente colpita dall’alto tasso di disoccupazione.

I rischi in arrivo dall’estero sono poi aggravati dall’incertezza delle elezioni in Grecia, e Korsnak avverte che la sua banca, UniCredit, mantiene per il momento intatta la sua stima del PIL della Slovacchia nel 2012, «al 2,4 per cento».

Mancano ad oggi cifre dettagliate sulle performance economiche settoriali, che saranno pubblicate il 6 giugno prossimo, e gli analisti possono fare soltanto supposizioni, come il fatto che secondo loro l’economia è stata prevalentemente stimolata dalla domanda estera, primo fra tutti nel settore automobilistico. «Le vendite al dettaglio, tuttavia, indicano che i consumi delle famiglie hanno ripreso a crescere», ha detto Arady.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.