Commissione Europea: ST ha abusato di posizione dominante nell’internet a banda larga

La Commissione Europea ha accusato la società di telecomunicazioni slovacca Slovak Telekom e la sua casa madre e azionista di maggioranza Deutsche Telekom di abuso di posizione dominante nel mercato Internet slovacco a banda larga. Secondo Bruxelles, la Slovak Telekom ha rifiutato di fornire ai propri concorrenti l’accesso alla propria rete e ai servizi all’ingrosso. L’ex monopolista ha inoltre addebitato prezzi all’ingrosso ingiusti ai suoi concorrenti sul mercato interno.

Deutsche Telekom, che detiene il 51% in Slovak Telekom, è ritenuta responsabile per il comportamento della sua controllata, e secondo la CE ai fornitori alternativi di servizi internet sono state imposte condizioni tecniche e commerciali irragionevoli e onerose. Ora Slovak Telekom e Deutsche Telekom hanno tre mesi per rispondere all’accusa. L’operatore slovacco è in forte disaccordo con i risultati preliminari della Commissione, ritenendo che il mercato della banda larga slovacca è pienamente sviluppato, la Slovacchia ha alcuni dei prezzi più bassi per i servizi a banda larga tra i paesi OCSE, ed i prezzi sono in costante diminuzione. Gli operatori alternativi rappresentano circa il 60% del mercato e fanno affidamento sulle proprie reti basate su tecnologie diverse, comprese le reti in fibra, cavo e mobile.

(Fonte Telecompaper)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.